Vai al contenuto

Qual è l’impatto del km zero sulla ristorazione?

Mangiare prodotti a chilometro zero ha iniziato a rappresentare un nuovo concetto di cibo “genuino”, più costoso e da acquistare nelle giuste dosi per la sua conservazione. 

La diffusione del km 0 mira ad una gestione della produttività locale e alla rivalutazione di un sistema produttivo di qualità.

Sta diventando una scelta profittevole anche per i ristoratori in quanto oltre a fornire prodotti di maggiore qualità ai clienti, hanno la possibilità di offrire particolarità di ingredienti prodotti a livello locale e per questo non ancora troppo noti. 

Per evitare che risulti troppo dispendioso, ideale per il ristoratore sarebbe adottare una formula ibrida di integrazione di prodotti e km 0 nel Menù.